Menu Chiudi

ATALANTA: ADDIO A MINO FAVINI

Tutto il mondo del calcio oggi piange Mino Favini, storico responsabile del Settore Giovanile della squadra bergamasca che è venuto a mancare all’età di 83 anni.

Viene ricordato soprattutto per essere stato una persona rispettosa di tutti e per le sue abilissime capacità nel saper valutare le caratteristiche tecniche e fisiche dei giovani.

Da oggi la squadra giovanile ha perso un pezzo importante; è grazie a lui che sono stati scoperti molti ragazzi talentuosi provenienti da quartieri difficili.

JUVENTUS: SITUAZIONE INFORTUNATI

Le condizioni fisiche di molti calciatori bianconeri non sono delle migliori, in particolar modo il mister Allegri è preoccupato per le condizioni di Cristiano Ronaldo.

Sicuramente il talento portoghese salterà qualche gara in campionato per sperare di essere in ottima forma nel match contro l’Ajax; saranno presenti Mandzukic e Dybala che hanno avuto solo qualche leggero fastidio muscolare.

Nonostante un lungo stop, Cuadrado non potrà prendere parte nel match di Champions League come anche Spinazzola; in dubbio Perin che ha subito un duro colpo alla spalla.

NEWS INFORTUNIO CR7!

Durante il match del Portogallo con la Serbia, Cristiano Ronaldo ha subito un leggero infortunio che non gli ha permesso di continuare a giocare.

Aveva inizialmente rassicurato squadra e tifosi dicendo che non era nulla di grave, “conosco il mio corpo, è tutto okay”, ma a quanto pare non è qualcosa da sottovalutare.

Nelle prossime ore ci saranno degli aggiornamenti in quanto Cristiano Ronaldo è stato visitato per più di tre ore dal medico fisioterapista della Juventus.

ENRICO PREZIOSI: RETROSCENA VENDITA DI PJATEK

Enrico Preziosi, presidente del Genoa, ancora oggi accusa il colpo di aver ceduto un calciatore come Pjatek ad una cifra nettamente inferiore rispetto al valore attuale.

Era fin da allora un ottimo giocatore, ma al Milan ha dimostrato di avere molto talento diventando così uno dei protagonisti della scena rossonera.

Preziosi avrebbe potuto guadagnare molti più milioni da un calciatore di questa portata, ma ormai Pjatek fa parte del club rossonero e al presidente del Genoa non resta che rimanere con l’amaro in bocca.