Menu Chiudi

JOAO FELIX PRESTO AL CHELSEA

Il presidente del Benfica Luís Filipe sta per far firmare un nuovo contratto al nuovo talento del calcio portoghese, il classe 99 João Félix Sequeira in cui la clausola rescissoria sarebbe di 120 milioni di Euro.

Sicuramente il fatto che il Chelsea di Sarri abbia messo gli occhi sul giovane portoghese seguito con insistenza anche dal West Ham ha indotto il presidente del Benfica a compiere questo passo visto che il ragazzino aveva firmato solo l’anno scorso il suo contratto quinquennale.

Cresciuto nelle giovanili del Porto che non ha creduto in lui perchè troppo magro, passò al Benfica dove ha svolto un lavoro personalizzato proprio per eliminare questo difetto che ne impediva l’esplosione.
Joao Felix si è fatto notare soprattutto nella U21 del Portogallo dove ha già segnato 2 gol e nella Youth League dove ha portato in finale il Benfica segnando 6 reti in 10 partite e venendo segnalato dall’Uefa come uno dei migliori 5 talenti della scorsa stagione.

CALCIO FEMMINILE IN URUGUAY

Fra 15 giorni si disputeranno in Uruguay i mondiali di calcio femminile U17.
L’Uruguay in questi anni sta vivendo un boom dello sviluppo del calcio femminile grazie agli investimenti ottenuti dall’Uruguayan Football Association e dal programma Fifa Forward che hanno permesso di far crescere allenatori e giocatrici.

“L’UFA sta cercando di sviluppare il calcio femminile e renderlo un gioco professionale a medio termine”, ha dichiarato il presidente AUF Wilmar Valdez. “La formazione dei team di coaching è una strategia di base per promuovere la crescita del campionato locale. Il programma Forward ha contribuito a portare i membri dello staff tecnico delle squadre di calcio femminile nei principali centri di addestramento del paese, che contribuiranno solo al loro sviluppo “.

La lega femminile nazionale è stata fondata nel 1996 come competizione a 5 passando poi al formato a 11 nel 1997.
Dal 2018 ci sono 2 divisioni A e B composte da 1′ squadre e sono stati inoltre organizzati tornei U-16 e U-19.

POLONIA VS ITALIA: 0-1

La Nazionale azzurra c’è. E’ ancora viva. Non è finita come tutti dicevano. Mancini, al culmine della disperazione, ha regalato una vittoria che ci evita la retrocessione in Serie B e manda dritti in quella serie proprio la nazionale polacca. Buona prova dei nostri sicuramente la migliore delle ultime.

La Polonia, ha tenuto bene, il campo, quasi fino all’ultimo. Al fischio finale, tanta era la gioia dei giocatori azzurri e del tecnico Roberto Mancini. Un gioco quella della nostra Nazionale sempre più convincente. Sebbene la strada per un futuro vincente sia ancora molto lunga.

Nella terza partita di Nations League, una bella Italia batte con pieno merito la Polonia per 1-0. Splendido il primo tempo degli Azzurri che prendono 2 traverse (Jorginho e Insigne). Nella ripresa la gara è più equilibrata e viene decisa al 92′ da una zampata di Biraghi. Prossimo impegno il 17 novembre a Milano con il Portogallo.

ITALIA VS UCRAINA: 1-1

Finisce in parità l’amichevole tra Italia e Ucraina, che allo stadio Marassi di Genova pareggiano 1-1. Gli azzurri dominano nel primo tempo però non trovano il gol anche grazie alle ottime parate di Pyatov. Nella ripresa, al 55′, Bernardeschi realizza il vantaggio ma la nazionale di Shevchenko trova presto il pari con Malinovskyi.

“Non ci gira cosi’ bene, avremmo meritato di fare un paio di gol”. Cosi’ il ct azzurro Roberto Mancini, dai microfoni di RaiSport, dopo il fischio finale di Italia-Ucraina.

La Nostra Nazionale, non vince da una vita, perchè non ci sono più i grandi campioni di un tempo. Credo che questa “valanga” di stranieri abbia impoverito i nostri vivai. Ormai è raro trovare più di un paio di italiani nei nostri club. A risentirne è, logicamente, la Nazionale italiana. Ecco perchè non abbiamo preso parte al mondiale russo e rischiamo la serie B internazionale. Perchè non abbiamo più campioni: non ne nascono più. Ormai le nostre società acquistano solo all’estero, impoverendo cosi i nostri vivai.