Menu Chiudi

ZIDANE: “NON MI PIACE GIOCARE SENZA PUBBLICO”

Il Real Madrid di Zidane è pronto a tornare in campo contro l’Eibar; la sfida sarà ovviamente senza pubblico e in merito a questa condizione, Zidane ha dichiarato che a lui non piace giocare senza pubblico.

Ecco quali sono state le parole di Zidane in conferenza stampa: “non mi piace giocare senza pubblico, ma data la situazione ci dobbiamo adattare; abbiamo avuto un mese di tempo recuperare ed è abbastanza per tornare in campo pronti”.

Non avere il supporto morale del pubblico influisce molto sulla prestazione delle squadre e Zidane questo lo sa bene, ma date le circostanze non c’è altra soluzione che disputare i match a porte chiuse.

AULAS: “LA FRANCIA STA SVALUTANDO IL CALCIO PROFESSIONISTICO”

Il presidente del Lione Aulas ha deciso di inviare una lettera al Primo Ministro ed al Ministro per lo Sport, lamentandosi del fatto che in molte altre nazioni il calcio ha preso il via ed in Francia ancora no.

Ecco quali sono state le parole della sua dichiarazione: “in Italia, Russia, Portogallo e Spagna sono già incominciati gli allenamenti collettivi, come può la Francia svalutare così il calcio professionistico?”.

Secondo il presidente del Lione è necessario riprendere gli allenamenti gradualmente, giustamente con le dovute precauzioni e sperare quindi in una ripresa del campionato entro luglio-agosto.

BULGARIA: POSITIVI DUE CALCIATORI

Non arrivano buone notizie dalla Bulgaria, in quanto a 3 settimane dall’inizio del campionato, due calciatori sono risultati positivi al Covid-19; ora sarà difficile trovare una soluzione al problema.

I due giocatori in questione sono Krassmir Stanoev, centrocampista dell’Etar, ed Emil Viyachki, difensore dello Slavia Sofia; attualmente sono in isolamento in attesa del risultato del nuovo tampone.

Il campionato dovrebbe riprendere ufficialmente il 5 giugno, ma ora bisognerà capire come procedere per prevenire un possibile contagio e come garantire sicurezza dentro e fuori dal campo.

FIGC: PROLUNGATA CHIUSURA DELLA STAGIONE

Sembra che la FIGC abbia deciso di prolungare il termine di chiusura della stagione calcistica 2019/2020 al 2 agosto; inizialmente la chiusura era prevista per il 30 giugno ma ci sono stati dei cambiamenti.

La decisione è stata presa nel bel mezzo di una riunione dove hanno partecipato le componenti generali della FIGC, soprattutto per fronteggiare la crisi del settore calcistico e l’emergenza Covid-19.

Ecco le parole del presidente Gabriele Gravina: “stiamo lavorando in maniera continua e costante per trovare soluzioni concrete e sostenibili; il mondo del calcio merita rispetto e non deve essere uno strumento di continue polemiche”.