Menu Chiudi

CHAMPIONS LEAGUE: IL REAL SI FA SENTIRE!

Sembrava essere un periodo buio per il Real Madrid, ma a quanto pare la squadra spagnola non ha intenzione di cedere, ne in campionato e ne in Champions, dove ha dato dimostrazione di essere una delle squadre più forti di sempre.

Nonostante si senta la mancanza di Cristiano Ronaldo, il Real Madrid ha ben altri giocatori che possono fare la differenza, come Sergio Ramos che ha festeggiato la sua seicentesima presenza con la maglia del Real.

In fase Champions, il Real ha portato a casa un’importante vittoria con l’Ajax per 1-2 grazie alle reti firmate da Benzema al 60′ e da Asensio all’87’.

AC MILAN: LA FURIA ROSSONERA!

I rossoneri non hanno intenzione di fermarsi, stanno conquistando una vittoria dopo l’altra grazie anche al nuovo arrivato Piatek che non perde occasione per mettere la palla in rete.

Con il Cagliari i rossoneri hanno dominato il match, terminato 3-0 grazie ad un autorete dei sardi, alla rete di Paquetà al minuto 22 ed ovviamente al gol firmato Piatek al 62′ minuto.

Il mister Gattuso sta facendo un buon lavoro e finalmente il Milan ha ritrovato l’equilibrio che da tempo stava cercando, ora l’obbiettivo principale è la Champions!

REAL MADRID: LO SFOGO DI ISCO

Dopo l’arrivo di Santiago Solari al Real Madrid, la situazione di Isco è cambiata; ha perso il suo posto da titolare nonostante abbia condotto il Real Madrid alla conquista di tre Champions consecutive.

Ruben De La Red ha espresso la sua sulla questione, dicendo ad Isco che il Real non aspetta nessuno e chi non è all’altezza dei compagni viene facilmente scavalcato.

La risposta di Isco non si è fatta attendere, “quando non hai le stesse opportunità dei tuoi compagni la situazione cambia, ma in ogni caso sempre Forza Madrid!”

INTER-BOLOGNA: SCONFITTA PER I NEROAZZURRI

I neroazzurri hanno subito una sconfitta inaspettata al San Siro contro un Bologna che ha bisogno di fare punti per uscire dalla zona rossa della classifica della Serie A.

Spalletti è rimasto deluso dalla prestazione dei suoi ragazzi, che sono stati poco aggressivi e non hanno creato occasioni da gol ripartendo dai contropiedi.

Ora in classifica ci sono squadre come il Milan e la Roma che fanno sentire il fiato sul collo ai neroazzurri.